IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 IL SAPORE DEL MELOGRANO

Andare in basso 
AutoreMessaggio
InPuntadiPenna

avatar

Numero di messaggi : 983
Data d'iscrizione : 01.10.08

MessaggioTitolo: IL SAPORE DEL MELOGRANO   3/10/2008, 16:36

IL SAPORE DEL MELOGRANO



Il gusto del melograno ricorda il sapore delle cose che dicevi.

"Hai un modo irritante di sfuggire al mio bisogno di gusto " Dicesti.

E il sapore aspro, sferzante ed acuto, ritorna in bocca anche ora.

" Non sai mai che cosa vuoi ". Aggiungesti, come invito di chiarezza assoluta.

Non ti bastava sentire le cose, le volevi assaggiare; come da bambina. Le portavi alla bocca per imprimerle nella memoria con il gusto di ciò che ti piaceva o ti apparteneva.
Non ti bastava scoprire, possedere. Tu volevi la vita stretta in un angolo, per morderla.
Bisogno di gusto e sapore, in ogni cosa.

"Non sai di niente " dicesti, quando ti dissi: " Forse".

" Ti lecco da mesi, e non percepisco il tuo sapore" aggiungesti con un'aria che conoscevo bene.

Non accettavi tentennamenti, rifiuti, o morali; le cose com'erano, o come la vita te le metteva davanti. Volevi una visuale tua, e cercavi d'imporla alle persone, ai pensieri, in una giusta combinazione di sostanza e sapore. Per questo cercasti nella memoria un gusto simile a quello che ti lasciai, quando dissi:

" Non ho pazienza, non so aspettare " senza riuscire a trovarne uno uguale.

E in un impeto di rabbia, o forse d'amore, mi dicesti le ultime parole:

" Mordimi, ma non farmi male. Assaporami, con gli occhi chiusi. Stringimi tra le labbra come l'ultimo bacio. Gustami come un melograno.. "

L'ultima volta che ti vidi, il tuo viso era bagnato, in una giornata autunnale senza futuro. Ti asciugai usando il dorso della mano, e le dita sfiorarono le tue labbra umide.

" Hai un buon sapore " dicesti roteando la lingua sulle labbra, piangendo.

Furono quelle le ultime parole.
Quando mi voltai, eri sparita, ma il gusto aspro ed amaro restò sulle mie labbra per mesi.
Lo stesso che avverto oggi, mordendo un melograno.
Appena stringo le labbra lo avverto prima aspro, poi dolce, poi pieno e, un attimo dopo, senza gusto e sapore, come il vuoto.

Te ne andasti di novembre, non ho che memorie sbiadite di ciò che eravamo; ma quel gusto, aspro ed intenso di melograno che lasciavi in ogni sorriso, non l'ho dimenticato.

Avevi ragione. Senza gusto e sapore ogni cosa diventa come quando mordi un melograno. Dopo che hai finito di masticare il chicco ricco e gustoso, resta il gusto legnoso e stopposo.

Ed allora non puoi fare altro, che inghiottire.


http://inpuntadipenna.org/in-punta-di-prosa-f1/il-sapore-del-melograno-t212.htm


Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
IL SAPORE DEL MELOGRANO
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: PUBBLICAZIONI PER AUTORE :: Penna Libera-
Vai verso: