IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 D'afa la notte, così i pensieri

Andare in basso 
AutoreMessaggio
InPuntadiPenna

avatar

Numero di messaggi : 983
Data d'iscrizione : 01.10.08

MessaggioTitolo: D'afa la notte, così i pensieri   3/10/2008, 19:02


Com’è lunga questa notte calda, senza sonno. Solo il silenzio ripaga una veglia a fatica. Soliti i fantasmi, forse altri ancora si affacciano compari. Hanno effetto d’attimi gocce di una doccia. Gira forte un ventilatore silenzioso. Muove caldo, lo sposta, il soffio tiene a bada l’afa ed i pensieri quando si fanno più fitti. Ore 4.00 del mattino il corpo bolle, non si arrende ancora al riposo. Fuori ogni cosa è ferma. Così l’aria, statica, pesante, umida. Ho deciso e scaravento il peso sul letto. Lenzuola come sudario non danno pace purtroppo. Sul comodino attende un libro su cui posare occhi arrossati vicini al collasso. Leggo più volte la stessa frase, poi mi lascio finalmente. Nulla che valga la pena di citare dal viaggio onirico. Immagini confuse sono compagnia, tormento fino al risveglio. Arriva presto con l’alba ed il ciclo del caldo sembra perpetuo. Escursione termica pari allo zero tra buio e luce. Faticosamente, un piede poi l’altro, cerco postura eretta. Ore 6.30: tutto come prima, è solo più chiaro. Altri attimi da trascorrere sotto una doccia, danno lucidità apparente nascondendo stanchezze. Non ho fame e neppure cucina, non ancora. La colazione resta miraggio lontano quindi. Qualche rumore accende vita in strada ora. Tutto si rimette in moto, anche i pensieri però. Mi resta un tempo vuoto ancora, poi lei chiamerà. Ho spento la sveglia prima del suo fastidio, almeno quello. – Sei l’unico raggio di sole che non bruci; scaldi il mio cuore senza farmi sudare – le dico. Sento un sorriso, poi le chiacchiere tra noi scorrono leggere. Un altro giorno toglie il cappello a questa notte e tutto sembra migliore, anche la mia faccia pesta. Ho persino voglia di masticare. Indosso abiti leggeri e scendo per colazione. Pochi passi, poi una vetrata amica. Dentro sembra primavera acerba. Ci vorrebbe quasi un golfino leggero di cotone blu; fa sempre immagine il blu. Cacao sospeso sopra schiuma bianca di un cappuccio, da effetto e aroma variegato all’olfatto. Due croissant caldi invece, placano un bisogno. Basta poco in fondo per sentire d’essere al mondo. Ho mescolato zucchero a pensieri rendendoli meno aspri. Funziona per un po’, anche se è effimera la gloria, un momento si sa! Non compro giornali, non guardo giornali, ci sono morti, tanti, troppi. Pagare per soffrire! Dovrebbero regalarli i giornali o magari colorarli. Ingannerebbero comunque, ma tra le mani della gente sembrerebbero mazzi di fiori, almeno. Sarà il tornare alla canicola che annebbia riflessioni. Il sole alto ed il frastuono urbano, dicono che il motore del mondo è ancora acceso. Pochi passi inversi mi separano da un luogo mio. Richiudo una porta alle spalle ed è casa. A farmi compagnia, solo un soffio silenzioso e le sue pale. Magari oggi scrivo, magari leggo altre frasi, magari non penso oggi…magari!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
D'afa la notte, così i pensieri
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» dolce buona notte
» MARTEDI' 21 FEBBRAIO
» COME I PETALI DI UN QUADRIFOGLIO...AMBO SECCO A BA 3-66
» VENERDI 4 LUGLIO SALUTIAMOCI IN QUESTA SEZIONE
» MERCOLEDI 21 MAGGIO SALUTIAMOCI IN QUESTA SEZIONE

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: PUBBLICAZIONI PER AUTORE :: Tenore58-
Vai verso: