IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 Caro diario..

Andare in basso 
AutoreMessaggio
InPuntadiPenna

avatar

Numero di messaggi : 983
Data d'iscrizione : 01.10.08

MessaggioTitolo: Caro diario..   5/10/2008, 14:11

08/09/08

Caro diario,
sento che è arrivato il momento di confidarti la mia colpa.
Lo so, non siamo soli, ma in questo mondo virtuale nessuno mi conosce veramente, e forse proprio per vigliaccheria ti scrivo su queste pagine.
Non merito né compassione, né comprensione, biasimami pure, prova per me tutto il disprezzo che puoi, me lo merito, e non sarà mai più di quello che io già provo per me stessa.
- Pronto signora xxxx ? …..Sono la dottoressa yyyyy……la chiamo per riferirle l’esito della sua amniocentesi…… ci sono dei problemi…..il bambino ha un anomalia cromosomica…..
- ……(irreparabile, irreparabile,irreparabile) E’ sindrome di Down?
Lo chiedo con un filo di voce e già sento che non ci sono più. Non ho più gambe, braccia, testa, cuore.
Al telefono è rimasto un corpo che non è più xxxx.
- No signora non è sindrome di Down… si tratta di un’altra anomalia cromosomica…. Potete passare in ospedale, lei e suo marito, così ne parliamo….
- Ma…..Si veniamo subito, partiamo in questo momento.
Irreparabile, irreparabile, irreparabile. Non ci sono più io in quel corpo e nella mente ho solo quel pensiero, il resto è buio, la notte più nera della mia vita.
Caro diario, mi devo fermare qui, per ora, mentre scrivo sto rivivendo tutto e, anche se è passato parecchio tempo, mi sento male, mi tremano le mani , la mente rifiuta il ricordo, non posso più continuare, per ora. Dovrò farlo però, sento che non posso più fare a meno di questo mea culpa.
Un’ultima cosa per oggi, la scrivo perché non riesco a trattenerla, ne capirai il significato quando conoscerai ciò che è accaduto. E’ una considerazione sulla razionalità, col senno di poi. A cosa
serve? A farti prendere le decisioni più “giuste”? Per cosa poi? Per tenerti al riparo dalle tempeste
della vita? Lasciandoti magari rimpianti o sensi di colpa? In attesa di che cosa se non della morte. La scelta del cuore che sembra la più irrazionale è in realtà la scelta di vivere, di affrontare quello che il fato o Dio, per i credenti, ti riserva. Con tutte le responsabilità, la gioia e il Dolore che insegnano e temprano.
Che senso ha vivere se tieni il cuore in un’urna di cristallo, nulla ti potrà garantire che mai andrà in pezzi. Vivi col cuore responsabilmente.
Ciao caro diario.

http://www.inpuntadipenna.org/diario-pagine-f10/caro-diario-t3450.htm
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
Caro diario..
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: PUBBLICAZIONI PER AUTORE :: aMari-
Vai verso: