IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 IL GUERRIERO

Andare in basso 
AutoreMessaggio
InPuntadiPenna

avatar

Numero di messaggi : 983
Data d'iscrizione : 01.10.08

MessaggioTitolo: IL GUERRIERO   6/10/2008, 18:11

IL GUERRIERO


A giorni partirai: una delle tue periodiche battaglie per la vita. Mi dici che sarai solo a combattere. Vorrei essere con te, starti accanto quando, la sera, rientri dallo scontro con l’avversario. Imparerei a giocare a dama, a scacchi, a bridge per condividere il tempo della lunga serata fino al mattino dopo: altro non mi consentiresti di offrirti.
Mi basterebbe anche solo tenerti per mano, se tu me lo permettessi.
Ti dimostrerei che hai fatto breccia nel mio cuore, tanto tempo fa, e ancora la ferita non si è rimarginata.
Ti ascolterei mentre mi parli di politica, di economia, di filosofia, di letteratura o, più semplicemente, di ricordi della tua infanzia e giovinezza (ascoltarti sarebbe una gran prova di affetto, per me, logorroica e abituata a parlare io stessa di certi argomenti…).
Ma tu non hai bisogno della mia mano, del mio ascolto, della mia compagnia: capisco che tu non ti senti solo in questa, come nelle altre battaglie passate e in quelle che verranno, come avrei voluto credere. Forse c’è già chi tiene la sua mano nella tua; chi ti fa da “secondo” nei passatempi che prediligi; chi ti ascolta e può dimostrarti il suo affetto perché tu non la respingi, anzi, la inviti a restare con te…
E così non mi rimarrà che pensarti, guerriero dallo sguardo duro con l’avversario; dal piglio severo con chi cerca di ostacolare i tuoi progetti; dalle parole aspre contro chi non ti vuole comprendere… guerriero dall’animo gentile quando, a sera, dismetti la corazza nella quale ti sei rinchiuso tutto il giorno per non rimanere ferito; dalla voce dolce e lievemente sonora quando sussurri le parole d’amore (io ti ho sentito e non mi pareva vero…) che ti escono dal cuore e dall’anima; dal corpo tuo che tutto vibra in un inno d’amore per la persona amata, chiunque essa sia: ma non io. Non io sono colei che vive in te e il cui pensiero ti sostiene, ti aiuta a combattere e a vincere.
Eppure continuo a sperare, a illudermi, a sognare, a profondere le mie energie e la mia fantasia nel coltivare quest’aiuola di rose e giunchiglie, di margherite e asfodeli, di mimosa e ginestra: un’aiuola d’amore che esiste solo in me e per me, poiché tu non vuoi condividerne il profumo e i colori; un’aiuola nata dal mio inutile affetto per te e che forse, un giorno, appassirà nella sua inutile esistenza
Ma tu lo sai, sei acuto psicologo: sopravvivono più a lungo gli amori infelici e non corrisposti, per una qualche misteriosa “legge” della natura umana.
Tu combatterai e vincerai, ancora una volta senza di me, la tua battaglia e io me ne starò qui, eterna perdente, ma non per mia scelta, a pensare quanto saprei esserti vicina, solo che tu lo volessi…


http://inpuntadipenna.org/narrativa-epistolare-f13/il-guerriero-t298.htm
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
IL GUERRIERO
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: PUBBLICAZIONI PER AUTORE :: Almitra Newton-
Vai verso: