IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 Lettera di Natale alla cara Dada

Andare in basso 
AutoreMessaggio
InPuntadiPenna

avatar

Numero di messaggi : 983
Data d'iscrizione : 01.10.08

MessaggioTitolo: Lettera di Natale alla cara Dada   18/10/2008, 11:46

Lettera di Natale alla cara Dada...

“Cara Dada: eccomi qui, come da bambino, a scriverti la Letterina di Natale dopo tanti anni, ora che sono già un uomo e tu saresti una dolce anziana signora, se fossi ancora qui fra noi.
Quanti anni e quanti Natali! Di uno, in particolare, vorrei ricordarmi assieme a te.
Avevo da poco compiuto sei anni e già capivo molte cose. Tu e la mamma vi davate da fare a preparare il Natale come niente fosse, ma io SAPEVO che, anche quella volta, non sarebbe tornato. Lo capivo dai discorsi della nonna che si interrompeva quando io arrivavo; dagli occhi di mamma, che si facevano severi quando le chiedevo di lui e lei non mi voleva rispondere; dal tuo viso che si faceva triste quando mi prendevi in braccio e mi coccolavi. Sarebbe stato il secondo Natale senza di lui. C’eravamo noi tre: tu mamma ed io, a preparare l’albero che il nonno aveva comprato alla Fiera di Santa Lucia; ridevamo e scherzavamo come sempre, ma io sapevo che non l’avrei rivisto neppure quel Natale.
Nel pomeriggio mamma e nonna prepararono i “biscottini di Natale” con l’uvetta e tu mi dicevi che Babbo Natale sarebbe venuto a portarmi i regali scendendo dalla cappa del camino. Ricordo che, ad un tratto ebbi un’idea: mi preoccupai che la canna fumaria fosse libera e mi raccomandai che spegneste il fuoco, prima di andare a letto! Poi, prima di nanna, il rituale di ogni vigilia: il thermos col caffè caldo e i biscottini per Babbo Natale, quando fosse venuto. Insistei che metteste tre tazzine e sei biscottini, perché quella volta avrebbe avuto due aiutanti. “Deve essere bel magro, per passare da questo camino… magro come il mio papà” e vi scrutai in volto per controllare se AVEVO CAPITO. Ma voi rimaneste imperturbabili.
Non mi scoraggiai e pensai che forse, al mattino, lo avrei trovato addormentato accanto a mamma, come una volta, e il caffè lo avreste bevuto tutti assieme, quella notte.
Mi addormentai con quella certezza ma al mattino lui non c’era. Nelle tre tazzine appena un po’ di fondo di caffè mi “confermò” che avevate bevuto in tre e, non volendo accettare che lui se n’era andato via per sempre in un’altra casa, con un’altra famiglia: “E’ venuto - dissi tra me - ma non si è fermato per farmi credere che sia venuto Babbo Natale, quello vestito di rosso e con la barba finta; e io non ne parlerò: sarà il segreto tra me e il mio papà!”
Cara Dada: voi vi davate da fare per farmi credere a Babbo Natale e io mi sforzavo di non farvi capire che ero certo fosse venuto il mio papà, a portarmi i doni. Tutti ci sforzavamo di illuderci a credere che una bellissima favola fosse realtà!
Perché te ne parlo solo ora? Ora che sono adulto credo di aver compreso una grande verità: immagino che l’amore tra un uomo e una donna possa non essere eterno, ma credo che quello tra un padre e un figlio deve esserlo. Forse mio padre non lo sapeva ma io lo so e mi propongo, qui, ora, di non dimenticarmene mai.
Ti prometto, Dada, che se avrò un figlio, in qualunque modo si mettessero le cose tra sua madre e me, non mi accontenterò di vederlo solo durante qualche week-end e di trascorrere con lui le due settimane estive decise dal tribunale o di regalargli oggetti costosi senza preoccuparmi della sua vita quotidiana: non passerà Natale che io non sia con lui e gli consentirò di credere in Babbo Natale, quello vestito di rosso e con la barba finta, fin che vorrà, perché i bambini hanno bisogno sia di favole che di certezze. E un papà su cui puoi contare sempre, anche quando è lontano, è una certezza.
Ti abbraccio, carissima Dada, come quando eri qui con me. Tuo Luca”




http://www.inpuntadipenna.org/narrativa-epistolare-f13/lettera-di-natale-alla-cara-dada-t140.htm
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
Lettera di Natale alla cara Dada
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» ** AUGURI DI BUON NATALE ED UN PROSPERO ANNO NUOVO°
» NON SI PUO'SFUGGIRE ALLA LEGGE DELLA FORTUNA O SFORTUNA!
» Un augurio di pronta guarigione alla figlia di Paolo Carta
» La quaterna di Natale
» ..AUGURI DI BUON NATALE E DI UN PROSPERO 2012

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: PUBBLICAZIONI PER AUTORE :: Almitra Newton-
Vai verso: