IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi | 
 

 Bugie...

Andare in basso 
AutoreMessaggio
InPuntadiPenna

avatar

Numero di messaggi : 983
Data d'iscrizione : 01.10.08

MessaggioTitolo: Bugie...   18/10/2008, 12:41

Bugie...

Lui non era libero e glielo disse.


Lui non le aveva mai mentito spacciandosi per ciò che non era e lei glie ne fu grata.
Lui le aveva detto che per loro non ci sarebbe stato un domani ma solo, se lei fosse stata d'accordo, un oggi. E non sapeva neppure quanti oggi avrebbero potuto esserci, per loro; sempre che lei fosse stata d'accordo.


Lui era stato sincero. Con lei.


Lei si era chiesta più volte quanto lui fosse sincero anche con sua moglie; quanto lei sapesse di queste sue fughe dal ménage quotidiano. Se lo era chiesto molte volte senza mai osare parlarne a lui. "Perché - diceva - non mi piacciono le bugie. Piuttosto preferisco non sapere."


Poi, ad un tratto, decise di non chiederselo più.


Lei era libera. Lui no.


Sapeva, lei, che per loro non ci sarebbe mai stato un futuro e forse, ma non ne era del tutto certa, avrebbe potuto esserci solo un presente.


Una sintassi verbale difficile, per lei, abituata a pensare più al dopo che all'adesso; ancorata alla realtà da un'abitudine che affondava le sue radici in un'educazione "all'antica" che ormai faceva parte di lei stessa.


Poi qualcosa scattò nella sua mente pratica ed efficiente. Un nuovo modo di pensare ed interpretare i segnali ricevuti. Decise che era stanca di rinunciare ancora al presente in funzione di un improbabile, anzi, impossibile, futuro. Decise che voleva provare.


Lui attendeva. Lei accettò.


Lui si presentò a casa sua nascosto dietro un fascio di rose del colore che lei amava. E lei restò turbata per questa gentilezza. Ma ripetè a se stessa che si trattava solo di educazione e di garbo.


Lui riuscì a vincere la sua iniziale insicurezza con la dolce determinazione di chi è deciso ad andare fino in fondo. Lei si lasciò vincere e convincere e gli si arrese.


Decisero di non mettere in mezzo i sentimenti. Non parlarono d'amore né di tutte quelle tenerezze di cui lei, in verità, sentiva il bisogno e la mancanza. Combatterono una battaglia alla pari, che li lasciò stremati ma soddisfatti, poiché erano stati reciprocamente sinceri e leali fino alla fine.


E alla fine della battaglia, senza vincitori né vinti, si salutarono senza rimpianti, con appena un po' di amaro in bocca, lei, e la promessa di lui, qualora fosse capitata l'occasione, di rivedersi ancora.


"Bugia" - pensò lei rimanendo sola. Forse l'unica dal loro incontro.




http://www.inpuntadipenna.org/in-punta-di-prosa-f1/bugie-t1730.htm
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
Bugie...
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: PUBBLICAZIONI PER AUTORE :: Almitra Newton-
Vai verso: